Moscoloni a Costantini: basta con il gossip, informati e partecipa!

Moscoloni a Costantini: basta con il gossip, informati e partecipa!

Gionata Moscoloni risponde per le rime alle accuse mosse al Pd ed alla maggioranza sulla vicenda del deposito di vinacce dal consigliere d’opposizione Cristiano Costantini; il consigliere di Papiano (e segretario marscianese del Partito Democratico) usa Facebook  per ricordare al consigliere del Pdl che oltre ai comunicati stampa “dettati dai ras perugini” sarebbe più utile essere presenti alle assemblee ed informarsi sulle cose.

Un intervento, quello di Moscoloni, molto diretto e rivolto soprattutto al consigliere Costantini, ma nel quale ribadisce anche la sua soddisfazione per l’esito che sta prendendo la vicenda del deposito di vinacce.

Di seguito parte del post di Gionata Moscoloni :

“Costantini parla di “pellegrinaggi da parte dell’amministrazione comunale alle assemblee pubbliche” rendendo chiaro il senso di partecipazione che contraddistingue lo stesso consigliere. Quelli non erano pellegrinaggi, ma presenze dovute nei confronti di una comunità che legittimamente rivendicava il diritto di avere dei chiarimenti e delle spiegazioni. Anche la sua era una presenza dovuta. Sarebbe stato certamente più opportuno e costruttivo per l’intera comunità, che a quelle assemblee lo schieramento che egli rappresenta in consiglio comunale fosse presente. Invece a Papiano in due assemblee, zero presenze da parte dei consiglieri comunali del suo schieramento politico. Capisco che è più facile pontificare con comunicati sulla stampa dettati dai “ras” perugini che prendersi le proprie responsabilità davanti ai cittadini”.

“Costantini è un consigliere comunale e dovrebbe avere il buon senso di fare nomi e cognomi se conosce una regia occulta. Altrimenti si resta nel campo del gossip e dei pettegolezzi, aspetti che poco aiutano a risolvere la vicenda. Più che registi, al momento vedo diversi attori, non in grado di andare oltre la “comparsa”, peraltro neanche impeccabili, e piuttosto assenti dalle realtà in questione, che si barcamenano ognuno a recitare la propria parte sempre rigorosamente sotto copione. Poi però resta da capire come si evita l’insediamento di queste attività in un contesto che per noi tutti non è idoneo”.

“Sarebbe bello ogni tanto confrontarsi su questi temi, e non su comunicati volti a strumentalizzare la vicenda senza neanche accennare a qualche ipotesi di soluzione. Se poi saranno accertate in modo inequivocabile altre responsabilità di tipo politico, tranquillizzo, non Cristiano Costantini, ma tutti i cittadini di quelle comunità, che io e tanti amici che stanno manifestando il proprio apprezzamento per l’evoluzione che la vicenda ha ormai preso, ci batteremo affinché chi ha sbagliato, ne risponda personalmente e pesantemente in termini politici”.