Musica per i Borghi, ecco le cause dell’addio di Vessicchio

Musica per i Borghi, ecco le cause dell’addio di Vessicchio

E’ con un altro comunicato stampa che l’Associazione Musica per i Borghi va a fare chiarezza sulle cause che hanno portato allo slittamento della manifestazione ed alla fine della collaborazione decennale con Peppe Vessicchio; “Alla base della definitiva separazione – spiegano dall’associazione – c’è la difficoltà di sostenere un programma convenuto ma oneroso sia dal punto di vista artistico che economico. Il maestro ha dichiarato che avrebbe rinunciato a ogni compenso pur di veder realizzato il festival nella sua integrità progettuale, in continuità con le precedenti edizioni. Diversamente da ciò la sua guida non ha più senso”.

Il comunicato si conclude evidenziando che non c’è stata nessuna rottura netta e che rimane la speranza di un futuro incrocio fra il festival ed il maestro.

Musica per i Borghi ogni estate ha attirato su di se le attenzioni di tantissimi marscianesi: da un lato chi aspettava la kermesse ogni anno per godersi la musica fra i borghi marscianesi, dall’altro invece chi puntava il dito contro la manifestazione considerandola troppo sfarzosa e poco adatta al territorio; negli ultimi anni la kermesse ha avuto tagli drastici al budget che hanno costretto il direttore Valter Pescatori a tentare anche di andare fuori Marsciano, coinvolgendo città come Spello, Assssi, Deruta e così via; ora, la scelta di interrompere la collaborazione con Vessicchio e di puntare su un programma con poche date ma di alta qualità ha portato molti detrattori della manifestazione ad applaudire la scelta di Pescatori, senza peraltro intaccare il grande pubblico che ha sempre seguito l’evento.

Potrebbero esserci ulteriori sorprese nei prossimi giorni riguardo al programma che si sta cercando di ufficializzare; probabilmente una delle 5 date verrà fatta a Papiano; lo spostamento del Festival si sta facendo non senza problemi; non c’è giorno infatti che non ci siano sagre sparse nel territorio marscianese e organizzare un concerto di Musica per i Borghi contemporaneamente ad una sagra porta a dei malumori da parte delle pro loco, che già da inizio anno avevano programmato le loro feste e che ora si ritrovano, nella stessa serata, dei concerti importanti di Musica per i Borghi; è proprio per questo che ancora non c’è la certezza sulle location perchè Valter Pescatori sta cercando, in queste ore, di armonizzare il tutto al meglio sia per la riuscita della kermesse che per non danneggiare le feste del territorio.

Nei giorni scorsi, a conferma del nuovo programma di Musica per i Borghi, c’è stato un sopralluogo a Marsciano, in piazza della Vittoria, per organizzare la serata dedicata ai Pink Floyd prevista per venerdi 22 agosto, un tributo alla storica band ed alla loro opera, Atom earth mother, eseguito da una sessantina di elementi guidati dalla direzione artistica di Guido Bellachioma; un concerto per gruppo rock, coro, sezione ottoni, violoncello e testi recitati che doveva approdare a Giugno all’Isola Polvese per Music for Sunset, ma la scomparsa di Sergio Piazzoli ha fatto annullare quella data e la tappa di Marsciano potrebbe anche diventare un ricordo dell’organizzatore di eventi perugino morto poche settimane fa.