Nestor e Villabiagio: chi viene, chi va

Nestor e Villabiagio: chi viene, chi va

Non c’è Estate che tenga per le squadre di calcio e quando il caldo diventa più intenso si infiammano anche le trame di scambio tra le varie formazioni. Le Marscianesi di Eccellenza, in questo senso, spiccano per qualità e quantità delle operazioni concluse e quelle in divenire.

Particolarmente attiva appare la Nestor, evidentemente vogliosa di giocare una grande stagione e di evitare le paure dell’ultimo campionato, con la retrocessione evitata solo allo spareggio con il San Venanzo. A tal proposito fanno scalpore le tante trattative avviate dal duo Ercolani-Pescatori, a partire dall’ultimo colpo messo a segno, quello che ha portato il difensore Andrea Cottini a far parte delle fila “biancazzurre”. Protagonista della strepitosa stagione del Subasio, culminata con il secondo posto in campionato, Cottini è un esperto difensore centrale, classe 1976 che andrà a dar man forte alla difesa di Mister Anelli.

Sul fronte d’attacco, invece, la Nestor si è assicurata il gioiellino Santiago Arboleda: non sarà molta la strada che la giovane punta dovrà fare per il trasferimento visto che nell’ultima stagione ha giocato – e bene – nella formazione di Seconda Categoria dell’Ammeto, quartiere di Marsciano, casa della Nestor. Santiago, 20 reti nell’ultimo campionato, sarà accompagnato nel breve tragitto verso il “Comunale Checcarini” dal suo ex-allenatore Claudio Calzolari, che andrà a ricoprire il ruolo di mister per la formazione Juniores della Nestor, ruolo che fu del compianto Loris Ricci.

Nella stagione 2013-2014 Arboleda dovrà cercare di non far rimpiangere Francesco Papatolo, liquidato dalla dirigenza, non senza polemiche reciproche, e accasatosi in settimana all’Orvietana, dopo essere stato accostato anche al Todi.

Fronte Villabiagio. La seconda formazione di Marsciano, promossa a regina dopo il 7° posto in Eccellenza della passata stagione, si muove sul mercato come una grande, ma deve dire addio al suo allenatore, protagonista di una scalata memorabile: dopo tre anni è avvenuta la separazione con Francesco Frivola che ha salutato tutti con la convinzione di aver fatto tanto e bene. Ancora incerto il suo futuro, mentre il suo successore, Luca Grilli, sembra già carico.

Per quanto riguarda la rosa si segnalano l’ingaggio di Tiziano Pinazza, centrocampista classe ’87, ex Castel del Piano e Pontevecchio, e la ricerca di un centrale difensivo che sia giovane ma al tempo stesso esperto: l’identikit dell’ultima ora punterebbe la luce su Magionami (Angelana), Pacciarini (Castello) e Fuscagni (Torgiano). Proprio quest’ultimo sarebbe il maggior indiziato per l’ingaggio.