Nuova Coop all’Ammeto. Depositata la SCIA: Altra Marsciano subito all’attacco

Nuova Coop all’Ammeto. Depositata la SCIA: Altra Marsciano subito all’attacco

Con un post alquanto sarcastico, confermando con lo stile che da qualche tempo gli è proprio l’avversità all’operato dell’amministrazione Pd locale, l’Altra Marsciano, ancora a nome del consigliere Federico Santi, sferra l’ennesima stoccata verso quella che definisce la “splendida estate piddina”. Nel post si fa riferimento ad una notizia di quelle importanti, poiché vede un deciso passo avanti in una delle telenovele che qualche mese fa aveva monopolizzato la politica e l’attenzione nel nostro paese: il trasferimento della Coop, con la futura costruzione e apertura di un nuovo punto vendita, in località Ammeto.

Dopo mesi di stallo, grosso modo cioè da quando un consiglio comunale in fermento votò a favore della Variante del PRG che autorizzava la realizzazione di un nuovo centro commerciale ad Ammeto , la situazione sembra essersi sbloccata: la S.C.I.A., il documento che da qualche anno sostituisce praticamente ogni altro atto di autorizzazione, licenza,concessione, permesso o nulla osta, è stata depositata. C’è da scommetterci che da questo momento in poi la “vicenda Coop” tornerà più che mai di moda ed il dibattito politico tornerà ad farsi incandescente nei prossimi mesi. Staremo a vedere come evolverà la situazione.

Nel frattempo, di seguito, riportiamo il breve intervento de l’Altra Marsciano apparso nel sito web del gruppo.

“Lunedì 20 Giugno il Consiglio comunale di Marsciano ha approvato una proposta di definizione transattiva graduale e temporanea che permette lo stoccaggio all’aperto, con una semplice copertura, delle vinacce nel sito del Cerro. Ha anche interpretato la norma del proprio Regolamento Comunale sulle attività insalubri in modo che lo stoccaggio con copeture mobili (semplici teloni) sia assimilato a quelli coperti. 
Mercoledì 29 Giugno è stata depositata la S.C.I.A. (segnalazione certificata di inizio attività) per la realizzazione del nuovo Centro Commerciale COOP in aderenza al LIDL e al Conad in località Ammetto. Abbiamo sperato, in questo anno di silenzio, che il progetto fosse accantonato per le evidenti problematiche che avrebbe prodotto al tessuto commerciale e urbanistico del Capoluogo. 
A questo punto, in questa splendida estate piddina, ci aspettiamo solo la notizia della riapertura del Biodigestore di Olmeto. Sarebbe l’unico colpo in grado di reggere il passo con lo splendido Giugno che ci ha regalato il Sindaco Todini.”