Pd e Cdx litigano sul “chi copia chi”

Pd e Cdx litigano sul “chi copia chi”

Dopo il comunicato del centrodestra di qualche giorno fa, dove il Consigliere Pilati si rallegrava per l’approvazione di una mozione che conteneva anche proposte del suo gruppo per il recupero del centro storico, arriva la risposta stizzita della maggioranza, che rivendica a sua volta tutte le strategie pensate, avanzate e ovviamente votate in sede di Consiglio. Una battaglia su “chi ha copiato chi” che è facile immaginare non finirà con questa puntata.

Una mano tesa da parte dell’Amministrazione poi a chiunque voglia discutere, in sedi opportune, le strategie per il futuro del paese, ma anche qualche schiaffo a chi vuole “intestarsi meriti per il semplice scopo di mettere una bandierina” e soprattutto a chi propone, attraverso “surreali dichiarazioni”, grandi e improbabili progetti di urbanizzazione, degni piuttosto di una capitale europea. Di seguito la risposta del Gruppo Consiliare PD al comunicato incriminato.

È di qualche giorno fa il comunicato stampa del centrodestra relativo all’ultimo Consiglio Comunale con l’approvazione, anche da parte della maggioranza, di una mozione con alcune proposte riguardanti la vita del centro storico.

Come maggioranza abbiamo votato la mozione perché per metà conteneva punti già approvati e finanziati dall’Amministrazione (tanto per citarne alcuni: il rifacimento dei giardini Orosei, l’ammodernamento di piazza Carlo Marx, la riapertura dei bagni pubblici, implementazione dell’illuminazione di alcune parti del centro cittadino, ripristino dei parcheggi lungo via Umberto I), per questo non potevamo che votare quanto già di buono è stato fatto. L’altra metà dei punti proposti e approvati fanno parte di una nuova fase di confronto e sinergia ritrovata fra Amministrazione, commercianti e associazioni di categoria.

Anche perché nulla di nuovo emerge dalle sue proposte se non la proposta di realizzare impianti di raccolta differenziata sotterranei come in alcune grandi città europee (senza neanche conoscerne i costi)…!!

Troviamo perciò surreale la dichiarazione di Pilati il quale afferma che la maggioranza sia senza idee e segua le sue indicazioni. Piuttosto il contrario!

Crediamo inoltre che il volersi intestare per il semplice scopo di mettere una bandierina sia irrispettoso dell’ampia discussione avvenuta durante il Consiglio, dalla quale è emersa la disponibilità da parte di tutti i gruppi di approfondire in commissione la complessa materia della valorizzazione del centro storico.

Al di là di tutto ribadiamo ancora una volta la disponibilità del gruppo del Partito Democratico a discuterne in futuro nelle sedi opportune, tant’è che anche come Partito abbiamo costituito un gruppo di lavoro su questa tematica, che ha elaborato proposte già note alla stampa.

COMMENTS

DISQUS: 0