Pd marscianese: resa dei conti o unità in vista delle elezioni?

Pd marscianese: resa dei conti o unità in vista delle elezioni?

A leggere “Le foglie” de “Il Messaggero dell’Umbria” pare che a Marsciano, in casa Pd, si stia svolgendo una resa dei conti in vista della prossima tornata elettorale; in pochi giorni per ben 2 volte il consigliere Moscoloni è stato protagonista de “Le Foglie”: nel primo caso è stato chiamato Mascioloni, da persone che evidentemente poco hanno a che fare con Marsciano.

Quello che però emerge da “Le Foglie” è in forte contrasto con il clima che veniva invece rappresentato nel comunicato stampa del Partito Democratico, dove si parlava di unità e condivisione delle scelte.

Nel primo caso, è stato scritto “Gelo siberiano sul sindaco Todini. Il segretario Mascioloni lo ha abbandonato nella tundra. Anche qui pronta una lista di transfughi del centrosinistra”.

Che Moscoloni, segretario renziano del Pd marscianese, voglia fare una lista di giovani (e renziani) per le prossime amministrative non è un segreto, la voce girava già da prima dell’estate; da capire se la lista, nell’eventualità, sarà al fianco del Sindaco Todini (al momento l’ipotesi più credibile) oppure se sia indipendente.

L’altra uscita è di oggi (venerdì) ed il protagonista è sempre Gionata Moscoloni: “Verso le elezioni a Marsciano, ghiaccio bollente. Sindaco e segretario entrambi del Pd sono ormai ufficialmente separati in casa. Aria di burrasca anche se l’assessore Bertini è tornato mansueto più del lupo dopo aver incontrato frate Francesco”.

Qui si ribadisce la spaccatura interna, ma si da per rientrata l’eventuale fronda socialista: che Bertini sia arrivato a “più miti consigli” anche per paura di una sostuzione del suo partito con altre forze sinistre? Ad ognuno la sua libera interpretazione…