Pestato alla stazione di Marsciano e derubato: arrestati gli aggressori

Pestato alla stazione di Marsciano e derubato: arrestati gli aggressori

Pestato alla stazione di Marsciano e derubato: arrestati gli aggressori

Erano le 14.30 del 7 ottobre quando un operaio 55enne di origini marocchine venne sbattuto a terra, pestato e derubato del suo stipendio e del cellulare alla stazione ferroviaria di Marsciano; sul luogo arrivarono i carabinieri della stazione di Marsciano e di Todi che raccolsero anche le testimonianze di alcune persone che avevano assistito alla scena.

L’operaio venne trasportato all’ospedale di Pantalla dove venne riscontrato un £trauma cranico facciale con frattura delle ossa nasali ed escoriazioni multiple al volto e al corpo», giudicandolo guaribile in giorni 30.

A distanza di un mese quei due malviventi, dopo le indagini svolte dai carabineri di Marsciano e di Todi, sono stati arrestati; si tratta di due cittadini marocchini regolari domiciliati a Todi ed a Bastia Umbra, entrambi già noti alle forze dell’ordine per vari reati; la Procura di Spoleto ha chiesto ed ottenuto la custodia cautelare in carcere nei confronti dei due aggressori che dovranno rispondere di rapina aggravata, violenza privata e lesioni personali.