Pilati: Todini è stato il sindaco delle tasse

Pilati: Todini è stato il sindaco delle tasse

La pressione fiscale a Marsciano è stata da sempre uno dei temi più usati dal centrodestra marscianese contro l’amministrazione: con un comunicato stampa il candidato a Sindaco Andrea Pilati rivà all’attacco del sindaco uscente Alfio Todini: “Todini è il sindaco delle tasse, i tributi, infatti, per i marscianesi continuano a crescere senza che il sindaco uscente (o il suo assessore al bilancio che ha a cuore solo la poltrona) faccia nulla. 

Ultima novità: quest’anno la bolletta dell’acqua salirà del 4,3% e il prossimo anno del 6,1%, un aumento inaccettabile per le famiglie marscianesi in un momento di crisi che ha colpito il nostro territorio più di altri”.

Pilati punta il dito sull’immobilismo dell’amministrazione su questo tema: “E Todini che fa? Niente di niente. Certo, si potrà nascondere dietro al fatto che la decisione è stata presa da Umbria Acque, che a sua volta dice che la decisione è stata presa dall’assemblea dell’Ati, l’ambito territoriale dove siedono i sindaci del territorio. Peccato che tutta la sua campagna elettorale è stata impostata su quanto l’amministrazione di Marsciano sia forte, ascoltata e riconosciuta a livello provinciale e regionale”.

“Si assuma le sue responsabilità- tuona Andrea Pilati – grazie a lui i marscianesi pagheranno una bolletta dell’acqua più cara. Per non parlare dell’impennata delle tasse locali, cosa che ogni analisi fatta da terzi testimonia in maniera incontrovertibile. Basta pensare, ad esempio, ai costi legati alla raccolta dei rifiuti, per la quale l’esborso economico a carico dei cittadini marscianesi è in costante aumento”.

Pilati conclude il comunicato stampa con una promessa: “L’intento della nostra amministrazione sarà finalizzato da subito alla riduzione graduale nei 5 anni di mandato della parte variabile del nuovo tributo (IUC) introdotto dalle legge di stabilità. Saranno previste riduzioni ed esenzioni a favore delle fasce deboli e delle piccole e medie imprese”.