Proliferazione della zanzara tigre: emanata un’ordinanza comunale a riguardo

Proliferazione della zanzara tigre: emanata un’ordinanza comunale a riguardo

Con l’inizio della stagione più calda inizia anche l’annoso problema della diffusione e proliferazione della fastidiosa (e pericolosa) zanzara tigre. A tal proposito l’Amministrazione Comunale marscianese ha provveduto ad emanare un’ordinanza, consultabile sul sito del Comune , con la quale si provvede a sensibilizzare la cittadinanza verso un problema troppo spesso sottovalutato. L’avviso si rivolge a tutti i cittadini ed in particolare ad alcune categorie quali gli amministratori condominiali, i proprietari di attività industriali, commerciali e artigianali, i responsabili di cantieri, gli allevatori e i conduttori di orti.
Combattere il fastidioso animale è tanto semplice, quanto veloce. Prima di tutto è fondamentale evitare ogni tipo di ristagno di acqua: contenitori e oggetti, come ad esempio barattoli, secchi, teli di plastica, sottovasi, teli di copertura delle piscine devono essere svuotati dall’eventuale acqua piovana, così come i contenitori per l’irrigazione e ogni altro tipo di recipiente. Facendo così si impedisce lo sviluppo delle larve, che proprio nell’acqua stagnante trovano il loro habitat migliore. Si chiede anche di provvedere ad effettuare trattamenti contro le larve nei tombini di raccolta dell’acqua piovana presenti nelle proprietà private, utilizzando un idoneo prodotto antilarvale autorizzato dal Ministero della salute.
Prescrizioni particolari riguardano gli amministratori di condominio, coloro che gestiscono allevamenti equini e avicoli e le attività che a vario titolo procedono alla lavorazione e allo stoccaggio di pneumatici e alla rottamazione di auto. Sarà cura dei proprietari e degli esercenti delle attività provvedere alla disinfestazione della zona interessata, qualora si riscontri un’elevata presenza dell’insetto: tale operazione potrà essere effettuata mediante affidamento a ditte autorizzate (se necessario).
I suddetti comportamenti dovranno essere attuati per tutti i mesi più caldi fino al 31 ottobre 2013: quindi sin da subito. Ricordiamo che tale ordinanza non è una mera formalità o capriccio dell’amministrazione: la zanzara tigre è più aggressiva rispetto a quella autoctona e capace di trasmettere virus ed infezioni e proprio per questo sono previste ammende – anche salate – nel caso di trasgressioni o inadempienze.
Info: Comune di Marsciano, Ufficio Affari generali 075 8747212