PSI: i socialisti stanno in maggioranza, e si dissociano da Chiattelli.

PSI: i socialisti stanno in maggioranza, e si dissociano da Chiattelli.

Vi abbiamo raccontato ieri dell’ultimo consiglio comunale di Marsciano e del duro attacco del consigliere socialista Sauro Chiattelli che ha contestato il programma triennale di lavori pubblici che è stato approvato a maggioranza, e che per l’ennesima volta ha votato insieme alle opposizioni.

La sezione marscianese del PSI, con una nota stampa, riafferma la propria valutazione positiva dell’operato della giunta Todini e prende le distanze dal consigliere di Villanova Sauro Chiattelli.

“Il PSI esprime il proprio giudizio positivo in merito all’avvenuta approvazione del Bilancio preventivo comunale, avvenuta nel Consiglio Comunale di martedì 30/9 per le scelte in materia di tributi, di contenimento della spesa e di programma di opere pubbliche – si legge nella nota – nel contempo manifesta però il più profondo rammarico per voto contrario espresso dal Consigliere Chiattelli, dal cui comportamento – incomprensibile ed ingiustificato – si dissocia nel modo più netto e fermo” .

“Non vi è stata alcuna valida argomentazione a motivare tale decisione – prosegue la nota del PSI – tenuto conto peraltro che il voto sul bilancio preventivo a fine settembre equivale ad un bilancio consuntivo e che di buona parte di questo bilancio lo stesso Chiattelli – in qualità di assessore ai Lavori Pubblici fino a giugno – è stato un importante protagonista”.

Ricordiamo che Sauro Chiattelli nella scorsa legislatura ha ricoperto l’incarico di assessore ai lavori pubblici in quota Pd; nell’ultimo consiglio comunale Chiattelli ha detto di aver dato le proprie dimissioni a fine aprile, quando di fatto è uscito dal Partito Democratico che aveva scelto di non candidarlo; le dimissioni di Chiattelli, a suo tempo, non erano state rese pubbliche.

“Lo stesso Chiattelli ha voluto partecipato alle elezioni amministrative in una lista che appoggiava l’attuale Sindaco – prosegue la nota del PSI – per attuare uno specifico programma dal quale ora forse – per ragioni che sfuggono – vorrebbe prendere le distanze, dimostrando così una sensibile incoerenza che avvalora, purtroppo, il giudizio negativo che gran parte dell’opinione pubblica attribuisce agli operatori della politica”.

“Occorre inoltre rilevare che detto Consigliere, pur invitato, non ha partecipato a nessuna riunione per esprimere le sue personali e legittime opinioni né in nessuna circostanza ha manifestato motivati e fondati dissensi rispetto all’ipotesi di Bilancio presentata dalla Giunta.

Il PSI, nel ribadire il proprio leale e concreto sostegno all’attuale Amm.ne, auspica che il Consigliere si renda disponibile ad un chiarimento, nelle sedi e nei tempi opportuni, al fine di ripristinare una sua fattiva collaborazione con il Gruppo Consiliare ‘Sinistra e Socialisti’ e con tutta l’Amministrazione, a favore della comunità per la quale, candidandosi, aveva manifestato di voler disinteressatamente operare”.