Qualità della vita, Perugia sprofonda.

Qualità della vita, Perugia sprofonda.

Sempre più giù; non si arresta la corsa verso il basso della Provincia di Perugia nella graduatoria che tutti gli anni produce il Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle province italiane.
La sorpresa quest’anno è al vertice, dove Milano ha scalzato Belluno, diventando la città più vivibile d’Italia.

Male l’Umbria con Perugia che si colloca al 59° posto e Terni al 68° posto; lo scorso anno le due province erano rispettivamente al 49° ed al 59° posto; nel 2014 Perugia si trovava ancora al 27° posto addirittura mentre ora si colloca a metà classifica con gravi criticità individuate da questa ricerca.

Cultura e tempo libero portano la provincia di Perugia al 33° posto su scala nazionale, bene anche la voce Ambiente e servizi (39° posto) e accettabile Affari e lavoro (42° poto) ma le criticità si trovano soprattutto sulla ricchezza e consumi (61° posto) e su Giustizia e Sicurezza (73° posto).

Una ulteriore conferma, purtroppo, del lento e continuo declino della nostra Umbria, confermato pochi mesi fa anche dalla ricerca di Mediacom043.

COMMENTS

DISQUS: 0