Raccolta differenziata, alti e bassi a Marsciano

Raccolta differenziata, alti e bassi a Marsciano

Marsciano in altalena, è questo che emerge analizzando i dati sulla percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti; a Marsciano da 3 anni si va avanti e si torna indietro, senza riuscire a superare definitivamente quella soglia simbolica del 70% toccata all’inizio del 2016.

Nel 2014 il comune di Marsciano venne premiato come “comune riciclone” con un tassi di differenziata del 69,2%; un dato molto positivo per 5 anni fa ma lentamente quel vantaggio che aveva Marsciano rispetto ad altri comuni è andato scomparendo e il dato relativo alla raccolta differenziata oscilla fra il 75% ed il 62%.

A fornire i dati è il sito di ARPA dove sono riportati i dati di ogni trimestre dal 2016 ad oggi; il record assoluto per Marsciano si è registrato nel primo trimestre 2016 con ben il 75,6% di differenziata, dato sceso al 68,6 nel secondo trimestre e rimasto stabile fino al primo trimestre 2017, con un crollo al 62,6%.
Nel secondo trimestre 2017 il dato è risalti al 65,8%, 65,3% nel III trimestre e 66,3% nel IV trimestre 2017; lo scorso anno il dato della differenziata nei vari trimestri è stato del 68,4%, 64,6%, 68,8% e 66,3%.

Nel frattempo il dato regionale è salito costantemente, trimestre dopo trimestre, passando dal 55% di inizio 2016 al 64% di fine 2018; di fatto ora il comune di Marsciano è di poco sopra al dato medio regionale mentre nel 2016 aveva +20%.

COMMENTS

DISQUS: 0