Referendum costituzionale: primo appuntamento del comitato per il NO

Referendum costituzionale: primo appuntamento del comitato per il NO

A Marsciano la “battaglia” sul referendum comincia a farsi sempre più viva ed in vista del voto del 4 dicembre e del rush finale gl eventi si susseguono anche nel nostro territorio. Giovedì 3 novembre alle ore 21:00 il Comitato per il No organizza presso i locali del Parco Verde Via Larga “R. Umbrico” di Marsciano una riunione operativa per raccogliere adesioni da parte dei cittadini che vorranno dare un contributo con il loro impegno per la campagna referendaria. Inoltre, nella stessa sede verrà fissato il calendario di iniziative aperte alla cittadinanza su tutto il territorio comunale.

Il Comitato per il No al referendum sulle modifiche della Costituzione è stato recentemente istituito anche Marsciano. I promotori locali del Comitato hanno ritenuto di adottare, sulla base del comitato nazionale, una piattaforma aperta a tutte le adesioni per una discussione sulle criticità della riforma. In particolare il metodo, con cui è stato elaborato il testo di riforma senza un’adeguata condivisione da parte di tutte le forze politiche, in contrasto con i valori della nostra Costituzione, ed il merito, quanto alle inesattezze propagandate dai sostenitori di una riforma che non risponderà allo snellimento del processo legislativo, alla semplificazione istituzionale, ai risparmi sui costi della politica.

“Riteniamo che si stia sprecando una seria occasione per una discussione aperta e condivisa sul rinnovamento della carta costituzionale – affermano dal comitato per il No – ed in tal senso, il lavoro dei comitati non sarà limitato ad una sterile critica, ma rappresenta la piattaforma nella quale i cittadini potranno proporre dal basso le linee guida di un cambiamento realmente partecipato”.

Il comitato, in vista di questo primo importante appuntamento, lancia un appello ed un invito a tutte le organizzazioni che hanno aderito al Coordinamento Democrazia Costituzionale a livello nazionale: ANPI, ARCI, Libera, forze sociali e politiche che si dichiarano impegnate sul fronte del No alla modifica della Costituzione.