Sale la febbre da Palio: dal 14 al via la festa.

Sale la febbre da Palio: dal 14 al via la festa.

Da venerdì 14 giugno al via la festa di San Giovanni con tante novità.
E’ stata presentata in una conferenza stampa la nuova struttura della festa di Marsciano, che quest’anno è organizzata dal rinnovato consiglio della Pro Loco guidato da Alvaro Angeleri: “Una festa a più voci, che tornerà ad essere un’occasione in cui vivere a pieno le vie del centro storico marscianese”.
La festa, dopo anni, ritorna ad essere di dieci giorni, il centro storico tornerà a vivere con le taverne ed il Palio delle Botti raddoppia con il Palio dei piccoli.
“Un’intuizione vincente di chi ci ha preceduto – ha esordito Angeleri parlando proprio della gara ormai tanto attesa e che lega da due anni il suo nome a Marsciano – che quest’anno si ‘sdoppia’ con il Palio dedicato anche ai piccoli”.
Dal 19 al 23 5 serate dedicate al Palio: si inizia con le qualificazioni del Palio delle botti piccoli, il giorno seguente sarà la volta delle qualificazioni delle botti grandi, il 21 si svolgeranno le finali delle botti piccole, il 22 il corteo storico e domenica 23 sarà il grande giorno della semifinali e finali del Palio delle Botti.
Il percorso quest’anno potrebbe riservare delle novità: nel caso in cui infatti non terminassero in tempo i lavori di ‘restyling’ che al momento coinvolgono via Marconi, il tracciato si allungherà in Largo della Vittoria; gli spingitori, vista la difficoltà del percorso, potrebbero passare da 3 a 4 ed il Rione Ponte rimane in attesa di essere battuto.
Il via alle danze ci sarà comunque venerdì 14 e per dieci giorni quella di Marsciano si spera tornerà ad essere la festa che negli anni ’70 riempiva le vie del centro. “Una festa di qualità – ha proseguito Angeleri – alla quale stiamo lavorando da settimane, in questa nostra avventura con la mia squadra di giovani. Sarà anche un eco-festa visto che il materiale per apparecchiare i tavoli è interamente realizzato in carta riciclata e sarà smaltito con la raccolta differenziata di carta e umido. Aspetto questo collegato ad altre iniziative del Comune, come “Marsciano la pulisco anche io”. Sarà anche una festa delle associazioni, con la serata Avis (fa parte del programma la consueta pedalata ecologica e una serata interamente offerta) e le iniziative dell’Aucc, oltre a quella dei tanti artisti, tutti locali, che proporranno i loro spettacoli. “Sarà la gastronomia – ha ricordato poi il presidente della Pro Loco – l’elemento su cui puntiamo e che è di fatto quello che giustifica più di ogni altro la durata di una festa che torna ad essere ‘lunga’. Sarà un menù tradizionale (originariamente lumache e tortucce erano i piatti tipici), nella forma ‘itinerante’ tra i vari locali messi gentilmente a disposizione da alcuni proprietari del centro storico”. Ma la festa non sarà solo del centro storico perché più che mai avranno un ruolo fondamentale i vari rioni, che tornano ad essere coinvolti a pieno, soprattutto nel Corteo, ma principalmente nella serata clou del Palio.