San Venanzo. Chi può viaggiare fuori dal comune?

San Venanzo. Chi può viaggiare fuori dal comune?

Il nuovo decreto aveva sollevato qualche dubbio negli abitanti delle frazioni. Il sindaco Marinelli ha risposto

Sono stati necessari dei chiarimenti dalla Prefettura di Terni dopo l’Ordinanza adottata lo scorso 22 marzo dai Ministri della Salute e dell’Interno, la quale vieta gli spostamenti fuori dal comune se non per comprovati motivi di necessità. Subito dopo l’uscita del divieto di spostamento oltre i confini comunali, molti cittadini sanvenanzesi residenti nelle frazioni hanno sollevato alcuni dubbi riguardo al bisogno di fare la spesa, dubbi a cui il Sindaco Marsilio Marinelli e l’Amministrazione Comunale hanno risposto interpellando appunto la Prefettura di riferimento.

Il problema si crea infatti in un territorio come quello di San Venanzo molto vasto e con alcuni paesi che sono più vicini ai comuni confinanti rispetto al capoluogo. La precisazione è arrivata dal primo cittadino e dalla nota diramata anche tramite la pagina facebook ufficiale del Comune di San Venanzo, dove si legge che per “gli abitanti delle Frazioni di confine, è ammesso recarsi fuori comune, laddove il punto vendita extra-comunale sia più vicino alla propria abitazione rispetto a quello sito nel territorio del proprio comune”. Si precisa inoltre che “di tale circostanza (OSSIA IL RECARSI PRESSO IL PUNTO VENDITA PIU’ VICINO ALLA PROPRIA ABITAZIONE) dovrà darsi menzione nel modello di autodichiarazione da compilare in caso di eventuale controllo”.

Rimane come sempre la solita richiesta di buon senso in una situazione in cui è davvero importante rimanere in casa e uscire solo per necessità impellenti. Intanto come da nota sindacale, gli orari dei generi alimentari attivi su tutto il territorio del Comune di San Venanzo sono i seguenti: tutte le mattine dalle 7:45-13:00 dal lunedì al sabato. Pomeriggio dalle 16:30-19:00 lunedì, mercoledì e venerdì. Martedì e giovedì pomeriggio, chiusi.