San Venanzo per 5 giorni capitale dell’architettura in rapporto alla natura

San Venanzo per 5 giorni capitale dell’architettura in rapporto alla natura

A San Venanzo al via oggi pomeriggio una 5 giorni di eventi legati all’architettura in rapporto alla natura; si svolgerà dal 17 al 21 settembre infatti il premio “Simonetta Bastelli 2013”.

L’Associazione “architetto Simonetta Bastelli” è finalizzata a promuovere la cultura del paesaggio di qualità, del buon paesaggio nella collettività, con particolare attenzione alle nuove generazioni, in un idoneo rapporto tra architettura e natura.

L’evento si svolgerà in tre aree con l’assegnazione di un premio, un workshop stanziale di progettazione ed un convegno internazionale; sono previsti anche percorsi culturali paralleli di riflessione e creazione su arte, fotografia e cinema.

Il Premio sarà articolato in tre sezioni: studenti, giovani e professionisti e prevede un riconoscimento speciale per tesi di laurea; i progetti verranno valutati da una giuria di alto livello e tutti saranno visibili in una mostra allestita presso il Palazzo Faina, sedel del Comune di San Venanzo, e verranno poi pubblicati in un catalogo.

Anche il pubblico presente alle iniziativa potrà esprimere il proprio apprezzamento segnalando alla giuria il progetto preferito; le premiazioni, con delle opere uniche realizzate dall’artista Renzogallo, si svolgeranno il 21 settembre a conclusione dell’evento.

Il workshop si svolgerà invece a Poggio Aquilone ed il tema sarà la riqualificazione del “Boschetto” di San Venanzio, l’antico “butto”; l’obiettivo è quello di recuperare questa importante area, ridisegnando gli accessi ed i percorsi, con particolare attenzione al rapporto con l’intero paese, il plesso scolastico e il Palazzo comunale adiacenti all’area.

La sessione promuove una metodologia centrata su interazione e partecipazione con il contributo di tutte le personalità italiane e straniere presenti; la migliore proposta verrà individuata dalla giuria composta da: Francesca Valentini Sindaco di San Venanzo, Giacomo Servoli Assessore all’Urbanistica di San Venanzo, Gianfranco Chiacchieroni Presidente della II Commissione Consiliare Regionale Attività economiche e governo del territorio, Maurizio Conticelli, Dirigente dell’Agenzia Forestale Regione Umbria, Elisa Pambianco Vicepresidente della Pro loco in rappresentanza della cittadinanza, Rita Biasi dell’Università della Tuscia di Viterbo, Alessandra Capuano della Sapienza Università di Roma e Francesco Ghio dell’Università Roma Tre.

Ultimo aspetto riguarda il convegno internazionale dove si approfondirà il rapporto tra architettura e naturacon l’obiettivo di fornire idee, contributi ed esperienze per la costruzione del paesaggio futuro.

È contraddistinto da una formula innovativa che si interfaccia con il premio e con il workshop, prevedendo interventi, lezioni e incontri interattivi con i relatori durante l’intero periodo dei lavori; l’apertura presenta una Lectio magistralis di Jorge Bellmunt Ichiva.

Nei giorni successivi gli interventi sono concentrati in una fascia oraria breve, a coronamento dei lavori del workshop. Il coordinamento delle tre sessioni è affidato ai giornalisti: Novella Cappelletti, Maurizio Corrado e Lilli Garrone.

Il programma di oggi prevede l’inizio dei lavori alle 12:00 a Poggio Aquilone, alle 15.00 ci sarà il sopralluogo al Boschetto di San Venanzo ed alle 17.15 ci sarà l’apertura dei lavori con un convegno che vedrà la presenza del Sindaco Francesca Valentini, dell’assessore Samuele Codetti e del presidente dell’associazione Achille Ippolito; alle 17.30 si terrà la Lectio Magistralis di Jorge Bellmumnt Ichiva; a seguire ci sarà l’inaugurazione della mostra dei progetti e della mostra fotografica dei paesaggi di Mendoza con Giacomo Servoli, Assessore all’Urbanistica del Comune di San Venanzo, Gianfranco Chiacchieroni, Presidente della II Commissione Consiliare Regionale, Lucina Caravaggi dell’Università la Sapienza di Roma e da Sergio Camiz, Autore delle foto di Mendoza.