San Venanzo si trasforma in un girone dantesco

San Venanzo si trasforma in un girone dantesco

L’associazione GMP Gaia, insieme al Comune di San Venanzo, l’Associazione Pro Loco di San Venanzo e APS Teatro del Vino presentano una lezione-spettacolo del XXVI canto della Divina Commedia presso il Parco Vulcanologico. Al tramonto, il professore Gabriele Busti, ci guiderà nell’ottava Bolgia a scandire l’amara maledizione di Firenze da parte del suo cittadino più illustre, a contemplare lo spettacolo di migliaia di anime fiammeggianti, a raccontare il folle volo di Ulisse “verso il mondo sansa gente, la sua insaziabile fame di canoscenza”, la muta vendetta che un Dio silente e nascosto farà abbattere su di lui, per aver oltrepassato i limiti dell’umano.

Un lento avvicinamento alla Bolgia successiva con la faticosa salita lungo le rocce e il ponte, la descrizione delle fiamme che costellano il fondo della fossa e infine la presentazione del protagonista dopo una lunga attesa. E’ Ulisse il protagonista di questo canto ma anche il sommo poeta, Dante, si sente molto interessato alla pena di questi dannati, la cui colpa è legata alla conoscenza e, soprattutto, all’uso della parola per tessere inganni, per cui il loro peccato è di natura intellettuale: Ulisse e Diomede scontano infatti una serie di imbrogli che avevano ordito attraverso un uso sapiente del linguaggio (specie l’inganno del cavallo di Troia, che come Dante leggeva nel libro II dell’Eneide era avvenuto grazie alle bugie di Sinone, istruito da Ulisse).

Lo spettacolo inizierà al tramonto, sulle pendici del vulcano di San Venanzo, difronte alla parete rocciosa di Venanzite, la preziosa pietra unica al mondo. A partire dalle ore 18:00, insieme ai geologi dell’Associazione GMP Gaia, gestore del parco e del museo vulcanologico di San Venanzo, si potrà fare una piccola passeggiata all’interno del percorso vulcanico e poi si potrà assistere alla lezione – spettacolo accompagnata dagli “esperimenti sonori” di Lorenzo Busti. A conclusione, insieme allo staff della Locanda del Borgo di Rotecastello, un aperitivo vulcanico!

Per ogni informazione e per potersi prenotare è possibile contattare i numeri 3397743826 (Ass. GMP Gaia) e 3384160309 (Agnese). A questo link è inoltre possibile visitare la pagina facebook dell’evento.

COMMENTS

DISQUS: 0