Sanificazione centri urbani. Ecco dove agirà SIA

Sanificazione centri urbani. Ecco dove agirà SIA

Tutti i comuni serviti da SIA si sono attivati per sanificare strade e arredi urbani. Richieste anche dai privati per ridurre i rischi nelle aziende

SIA, Società Igiene Ambientale, ovvero il gestore dei servizi di nettezza urbana e pulizia a Marsciano e non solo, ha già concluso nei giorni scorsi l’azione di sanificazione nei territori comunali di Deruta e San Venanzo. Nei prossimi giorni sarà la volta di Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Monte Castello di Vibio e poi Collazzone. Per quanto riguarda Marsciano, le attività di profilassi sanitaria tese al contenimento della diffusione del coronavirus sono già partite dal capoluogo per passare, successivamente, alle frazioni.

Come richiesto dall’Amministrazione Comunale la sanificazione si concentrerà principalmente sulle aree esterne alle attività commerciali e ai servizi di pubblica utilità come uffici, poste e farmacie: ovviamente anche le strade saranno interessate dal passaggio delle macchine spazzatrici e delle lance portatili ad alta pressione e trattate con una soluzione sanificante composta da acqua e ipoclorito di sodio (lo stesso principio attivo della candeggina e dell’Amuchina) in concentrazione tra l’1 e il 2%. Negli spazi pubblici la pulizia riguarderà in particolare marciapiedi, parcheggi, ingressi di ascensori e gli arredi pubblici come panchine, corrimani, maniglie, fontane e pensiline alle fermate del trasporto pubblico.

“La Sia – spiega il presidente Francesco Montanaro – continua a mettere in campo esperienza e competenza grazie al prezioso lavoro dei suoi dipendenti. In un momento così complicato per tutte le nostre comunità ci mettiamo al servizio dei cittadini e della salute pubblica. Stiamo portando avanti una sanificazione approfondita su tutto il territorio nel rispetto delle esigenze e delle indicazioni che ci arrivano dalle stesse amministrazioni locali. Ci stiamo concentrando in quei contesti a maggiore frequentazione, come i centri abitati, a partire da capoluoghi e frazioni, e le zone esterne ai servizi commerciali. In questi giorni l’azienda sta ricevendo anche richieste di aziende private per operazioni di sanificazione di stabilimenti e aree pertinenti. Ci stiamo quindi attrezzando per dare risposta anche a questo tipo di esigenza”.