Scattata la profilassi contro la meningite a Castiglione della Valle

Scattata la profilassi contro la meningite a Castiglione della Valle

Potrebbe essere stata una meningite batterica la causa della morte della bambina di 18 mesi di Castiglione della Valle: è infatti scattata, in modo preventivo, la profilassi antibiotica per tutte le persone, bambini ed adulti, che negli ultimi giorni erano entrati in contatto con la piccola che è morta al Santa Maria della Misericordia di Perugia dopo ben 40 minuti di tentativi per rianimarla.
Potrebbe essere svolta Lunedì l’autopsia sul corpo della piccola, ma la profilassi servirebbe per scongiurare, nell’ipotesi che venisse confermata la diagnosi, l’eventuale diffondersi della meningite.
Ricordiamo che la tragedia è avvenuta Venerdì pomeriggio, quando i genitori della bambina, una coppia marocchina che vive a Castiglione della Valle, hanno chiamato il 118 dopo che alla febbre alta si era aggiunta anche uno stato di convulsioni: senza aspettare l’ambulanza i genitori hanno deciso di trasportare con la propria auto la piccola al Pronto Soccorso del Santa Maria della Misericordia ma pochi minuti dopo l’arrivo è subentrata una crisi che ha poi portato alla morte della piccola.
Fra l’altro pare che il giorno precedente, preoccupati dalla febbre e dalle condizioni della figlia, i genitori l’avevano fatta visitare da una pediatra, che ora si trova indagato per accertare le eventuali responsabilità del caso: un atto dovuto, secondo gli inquirenti, per chiarire la vicenda.
Nel frattempo a Castiglione della Valle sono molte le persone che stanno portando la loro solidarietà alla coppia di marocchini che ha perso in un modo così tragico la propria bambina di 18 mesi: tanti anche i connazionali che dai paesi limitrofi sono giunti nella frazione marscianese per portare il loro affetto alla coppia.