Siccità. Stretta sullo spreco di acqua potabile

Siccità. Stretta sullo spreco di acqua potabile

L’attuale ondata di calore e la scarsità di precipitazioni delle ultime settimane sta determinando uno stato di siccità in tutto il territorio comunale, con un rischio di sofferenza per le falde acquifere a cui attinge l’acquedotto pubblico. Il Comune di Marsciano, quindi, ha provveduto ad emanare un’ordinanza sindacale tesa, per il resto della stagione estiva, a limitare all’indispensabile il consumo di acqua potabile su tutto il territorio comunale.

Il divieto, a decorrere con immediatezza e fino a nuova disposizione, riguarda in particolare l’utilizzo dell’acqua potabile per usi impropri, ovvero diversi da quello alimentare, domestico ed igienico-sanitario.

È quindi vietato, ad esempio, utilizzare le risorse idriche del pubblico acquedotto per l’annaffiatura di orti e giardini privati, l’irrigazione dei campi, il lavaggio dei veicoli in genere, il lavaggio di cortili e spazi privati, il riempimento di vasche e piscine private e, più in generale, per ogni utilizzo diverso dalle normali necessità domestiche e produttive.

L’invito rivolto a tutti i cittadini è quindi quello di evitare ogni inutile spreco e collaborare con le Forze di Polizia del territorio, preposte alla notifica e al controllo dell’ordinanza.

COMMENTS

DISQUS: 0