Sisma centro Italia: San Pellegrino ringrazia Marsciano per il sostegno

Sisma centro Italia: San Pellegrino ringrazia Marsciano per il sostegno

Quello organizzato nella prima sera della recente Festa dell’Unità è stato un progetto che è sfociato in vera amicizia e che, nel futuro, si vorrebbe portare avanti, potenziandolo grazie ad un rapporto con basi più solide. Stiamo parlando del “gemellaggio” simbolico avvenuto tra la comunità marscianese e quella di San Pellegrino di Norcia, una delle comunità umbre maggiormente interessate dal sisma di fine agosto. La serata del 23 settembre, la prima della festa poi proseguita per altri due giorni, ha avuto come finalità proprio la raccolta di fondi, realizzata attraverso un menù dedicato e la possibilità di offerte volontarie: una cena molto partecipata, seguita, infine, da un concerto organizzato, a titolo del tutto gratuito, dalle band locali “Il Capomastro e i Fattori”, “Alto Ritmo Rock Big Band” e i “the Medea”. Ai due momenti salienti della serata hanno partecipato anche alcuni rappresentanti di San Pellegrino, che hanno così avuto modo di confrontarsi con gli amici marscianesi sui tragici momenti post-terremoto.

A ricordare quel giorno drammatico e le difficoltà sopraggiunte è stato Luciano Severini, in qualità di “capo delegazione”: “tutta la zona di San Pellegrino è zona rossa – ha raccontato -, qualcuno si trova ancora nelle tende, anche se le soluzioni per altre sistemazioni sono già state trovate, o sono in via di definizione. San Pellegrino è una piccola frazione con 160 residenti circa, la notte del terremoto eravamo quasi 500 persone contando i turisti”.

“Ancora è vivo il ricordo di quella serata – continua Severini –, mai ho vissuto una sensazione del genere. Tutte le strade e le vie erano piene di persone ed ho potuto assistere a dei veri ed autentici miracoli. In molti hanno perso la casa, ma la solidarietà e la gentilezza dei vigili del fuoco, della protezione civile, delle forze dell’ordine e di tutti coloro che ci hanno aiutato ci hanno dato la forza per reagire. Puntando sulla struttura gestita dall’ASD Pro San Pellegrino, ormai diventata punto di riferimento per tutti noi abitanti, la nostra intenzione è quella di ricostruire tutto così come era”.

La delegazione ha poi ringraziato Marsciano, la protezione civile locale e “Gianfranco Chiacchieroni per la solidarietà e l’invito a questa fantastica iniziativa”. Un ringraziamento particolare è stato fatto alla Vermobil, importante azienda del territorio, “che ha sostenuto il paese, donando materiale utile, sin dai primi istanti dell’emergenza. Appuntamenti come questo ci fanno capire che non siamo soli e ci danno veramente la forza di reagire”.