SPI CGIL, eletti i nuovi vertici, Alfio Bianchi nuovo segretario

SPI CGIL, eletti i nuovi vertici, Alfio Bianchi nuovo segretario

Il frattigiano Alfio Bianchi è il nuovo segretario della Spi Cgil della Media Valle del Tevere. Succede alla tuderte Flora Antonelli. Ed è stata quest’ultima che ha tracciato il bilancio del sindacato pensionati della Cgil mettendo in risalto la grave situazione attuale.
“Dobbiamo costruire come Spi Fp e Cgil e anche con Cisl e Uil, – ha sottolineato Flora Antonelli – un confronto stringente sul nuovo ospedale di Pantalla affinché abbia una prospettiva positiva, superando le problematicità esistenti, e analogamente intervenire anche sulla Casa della Salute di Marsciano per completare e implementare i servizi che essa offre ora”. 

“Dobbiamo continuare a batterci – ha aggiunto – per il Fondo Nazionale e la relativa legge per la non autosufficienza. Anche le amministrazioni comunali del territorio e l’ambito sociale della Media Valle del Tevere sugli anziani, i servizi, il sostegno al reddito, la non autosufficienza, devono fare la propria parte con scelte e risorse adeguate e noi dobbiamo spingere di più con proposte e iniziative di mobilitazione sulla contrattazione sociale di ambito. 

Le proposte della nostra piattaforma provinciale sono importanti e vanno sostenute particolarmente nell’armonizzazione dell’ambito sociale stesso dei servizi e delle prestazioni, delle tariffe e della compartecipazione. A questo riguardo valutiamo positivamente il regolamento predisposto per l’accesso ai servizi valido per tutti i comuni e abbiamo chiesto modifiche sulla compartecipazione dei cittadini, evitando che chi ha un reddito bassissimo come una pensione minima, sia chiamato a pagare, anche se poco e non sia invece esentato. 

Così come abbiamo criticato nel bilancio di previsione del comune di Todi l’esenzione dall’addizionale Irpef soltanto ai possessori di reddito inferiore a 7mila e 500 euro, quando la nostra richiesta è di esonero per i redditi fino a 15mila euro.

Per le elezioni amministrative nella Media Valle del Tevere dobbiamo fin da ora lanciare un messaggio chiaro ai partiti e ai candidati a sindaco, affinché nei programmi vi siano contenute anche le proposte per migliorare le condizioni della popolazione anziana e per un welfare rinnovato, presentando loro le nostre richieste chiedendo impegni precisi e vincolanti”. “La nuova sede di Deruta – ha detto concludendo – ci deve consentire di rafforzare la presenza in quel territorio, la probabile uscita della Coop dal centro commerciale’ L’Arco’ ci dovrà impegnare insieme con la Cgil a verificare le ricadute sulla nostra sede”.