Studenti marscianesi premiati dal presidente Mattarella

Studenti marscianesi premiati dal presidente Mattarella

Fiorini Granieri Giulio, Namiq Hicham e Kennache Salah sono i tre studenti dell’Istituto Tecnico, indirizzo “Meccanica Meccatronica ed Energia”, dell’I.O. “Salvatorelli Moneta” di Marsciano che il 29 maggio sono stati premiati nella sede del Quirinale dal Presidente della Repubblica, dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Presidente dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) in quanto vincitori del concorso, a carattere nazionale, per le scuole secondarie di secondo grado: “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione”.

Il concorso, indetto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’ANPI in occasione del 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica italiana, ha avuto l’obiettivo di stimolare un approfondimento dei valori sanciti nella Costituzione, in modo che gli stessi possano rappresentare un essenziale punto di riferimento per le nuove generazioni.

Il lavoro è stato svolto nell’ambito della programmazione disciplinare di “Diritto ed Economia politica” del secondo anno di studi. I tre studenti hanno rappresentato il legame tra diritti e doveri attraverso la produzione di un video che mostra un esame di guida immaginario in cui, davanti a certi bivi, occorre compiere scelte fondamentali per diventare cittadini italiani; e così come il Codice della strada aiuta gli utenti a godere del diritto di muoversi pur nel rispetto delle sue norme, anche la Costituzione garantisce la possibilità di godere dei diritti inviolabili dell’uomo seppure nel rispetto dei doveri di solidarietà politica, economica e sociale.

Peraltro, durante questo anno scolastico i tre studenti vincitori del premio, insieme ai loro compagni e a quelli di altre classi, hanno partecipato a un progetto didattico proposto dal Circolo culturale “Sandro Pertini” di Marsciano che ha organizzato un ciclo di lezioni sulla Costituzione per sensibilizzare i giovani riguardo ai temi della cittadinanza attiva e della legalità.

Il premio è motivo di grande soddisfazione per le docenti Cristina Tomassini e Roberta Torricelli, che hanno svolto attività di tutoraggio nei confronti dei tre studenti partecipanti al concorso, oltre che per tutto l’Istituto.