Sversamento di liquami: sequestrato allevamento

Sversamento di liquami: sequestrato allevamento

E’ con un comunicato stampa che viene annunciato che i “Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Perugia, unitamente a quelli delle locali Stazioni Carabinieri e ai tecnici dell’ARPA, hanno sequestrato – in esecuzione del Decreto emesso dal Gip del Tribunale di Spoleto (PG) su richiesta della locale Procura della Repubblica – le stalle di un allevamento sito a Marsciano (anche se dal comunicato si intuisce che le stalla sequestrata si trova nel territorio nord del Comune, lungo il torrente Genna), ove gli accertamenti svolti hanno permesso di dimostrare reiterati episodi di abbandono e sversamento dei rifiuti speciali costituiti dai “reflui zootecnici” prodotti dall’attività di allevamento intensivo di suini, con conseguente inquinamento delle acque”.

Il provvedimento è stato emesso a conclusione di un’articolata indagine condotta dai militari del N.O.E. e dai tecnici dell’ARPA Umbria – coordinata dalla Procura della Repubblica di Spoleto – all’esito della quale sono stati denunciati 3 soggetti, indagati a vario titolo dei reati di smaltimento illecito di rifiuti, di inquinamento ambientale e violazione delle ordinanze emesse dal Sindaco del citato comune, che imponevano il rispetto della normativa di settore.

L’attività investigativa ha consentito di accertare come il legale rappresentante dell’azienda, nonché i due familiari indagati – soci e gestori di fatto dell’allevamento – dal mese di marzo 2016 hanno smaltito illecitamente i reflui zootecnici prodotti nel corso dei diversi cicli allevativi, sversandoli nel fosso limitrofo alle stalle, in violazione sia del “Testo Unico Ambientale” di cui al D.Lgs.152/2006, sia della disciplina regionale attinente l’utilizzazione agronomica dei “reflui”, provocando l’inquinamento delle acque del reticolo idrografico del torrente “Genna”, a seguito del notevole superamento delle concentrazioni di “ione ammonio, rame e zinco”, rispetto ai valori compatibili con un buon stato ecologico.

COMMENTS

DISQUS: 0