Tangenti terremoto L’Aquila, l’ingegnere perugino dai PM.

Tangenti terremoto L’Aquila, l’ingegnere perugino dai PM.

Vi avevamo raccontato degli arresti e dell’indagine partita per le tangenti legate alla ricostruzione dell’Aquila ; fra gli indagati c’è anche il perugino Fabrizio Menestò, che è stato ascoltato proprio ieri dai PM; secondo i suoi avvocati ( David Zaganelli del Foro di Perugia e Gian Luca Totani del Foro dell’Aquila) il loro assistito «è entrato nell’inchiesta per dichiarazioni di qualcuno che non ha raccontato l’esatta dinamica dei fatti».

Le accuse rivolte a Fabrizio Menestò sono di falso e appropriazione indebita legate ai lavori di puntellamento del rettorato dell’Università, si tratta di un appalto da 1,2 milioni di euro.

«Il nostro cliente ha chiarito la sua posizione, ha spiegato che la contabilità è regolare, che lui ha visto soltanto fatture regolari e quindi ha spiegato che non c’entra nulla”; ad accusare l’ingegnere perugino pare che sia stato il titolare di un’altra ditta, la Silva, che con la sua testimonianza ha fatto scattare le indagini.