Terminato il primo corso sulla creazione di impresa

Terminato il primo corso sulla creazione di impresa

Tante idee destinate a diventare veri e propri progetti di business. Anche per Compignano.
È questo il risultato più importante del workshop “L’impresa, creala”, realizzato nella frazione marscianese da Andrea Tittarelli de “La Semente” e dedicato allo sviluppo di idee imprenditoriali.

La consegna degli attestati ha chiuso il corso, finanziato dalla Fondazione Compignano, che si è avvalsa dell’aiuto della Filarmonica, ma anche aperto la fase operativa. Quella che potrebbe trasformare le idee in progetti. Tra quelli sviluppati durante le 33 ore di corso, la produzione artigianale di borse di Luisella.
Ma anche i “sorsi di stelle” di Maurizio. E poi l’accoglienza turistica di Valerio, che immagina percorsi esperienziali capaci di portare i turisti dentro la vita dei luoghi a contatto con le comunità che li abitano. C’è poi la “scuola popolare diffusa delle arti e dei mestieri di Compignano”, il progetto di Laura e Giannermete, che immaginano il territorio del borgo come un contesto formativo e di accoglienza diffuso capace di trasmettere, a giovani con fragilità sociali o che non studiano e non lavorano, un sapere depositato che aspetta di essere valorizzato.

Progetti che si intersecano anche con le finalità della Fondazione Compignano e stimolano tutta la comunità del borgo a confrontarsi con nuove opportunità. “Compignano è una comunità vivace e piena di risorse – ha sottolineato il presidente della Fondazione Augusto Coli – e l’accoglienza di persone, idee e progetti per il futuro, è un valore che gli appartiene e che viene dalla cultura contadina. Dunque ben vengano proposte e progetti di lavoro che aprano la nostra comunità al bello e la rendano, a sua volta, più bella”.

COMMENTS

DISQUS: 0