Truffe agli anziani; si fingono amici e gli rubano la catenina

Truffe agli anziani; si fingono amici e gli rubano la catenina

Raggirato e derubato da due persone che si sono finte sue conoscenti, spacciandosi anche come titolari di un centro massaggi e proponendo proprio delle cure. 

È successo ad un anziano residente nel quartiere di Ponte Nestore, vittima della truffa compiuta da un uomo e una donna, che alla fine sono riusciti ad impossessarsi della catenina che l’uomo portava per poi fuggire facendo perdere le proprie tracce.

È successo venerdì, poco dopo le 13, nell’abitazione dell’uomo. I due, un uomo di corporatura bassa e tarchiata e una donna anch’essa di piccola statura (così sono stati descritti dalla figlia dell’uomo, che avvertita dal padre ha immediatamente denunciato l’accaduto chiamando il 112), hanno suonato al campanello dell’abitazione dell’uomo. 

“L’uomo diceva di conoscere mio padre – racconta la figlia – e lo ha chiamato per nome. Lui ha creduto a quel punto di conoscerli davvero e magari di non ricordarsi. I due hanno detto di avere un centro massaggi vicino alla farmacia comunale e che, siccome notavano che lui scendeva le scale a fatica, probabilmente aveva bisogno di cure. Con questa motivazione la donna gli ha detto di voler sentire il collo per valutare se avesse problemi di cervicale. Mio padre ha accettato. In ‘due secondi’ la donna gli ha sfilato la catenina d’oro e poi è andata in macchina dicendo di voler prendere una pomata, raggiunta poco dopo dall’uomo, che lei stessa ha chiamato con la scusa di non riuscire a trovare la pomata”. 

È così che poi i due sono saliti in auto e scappati. Solo in quel momento l’uomo si è reso conto di tutto, accorgendosi poi anche del furto della catenina d’oro. Immediata la denuncia ma dei due, che a quanto pare sono fuggiti su un’utilitaria di colore bianco, nessuna traccia.