Tutto il calcio del week end marscianese squadra per squadra

Tutto il calcio del week end marscianese squadra per squadra

La consueta panoramica sui risultati delle formazioni del comprensorio

E’ tempo di derby in casa RPMN: è Spina ad uscire con i tre punti dalla sfida contro il Castello delle Forme battuto 2-1. Gara dal sapore speciale quella andata in scena al “Santa Monica” di Villanova fra due rappresentanti della “Repubblica Popolare Marsciano Nord“: un acronimo, RPMN, coniato goliardicamente dagli abitanti delle frazioni più a nord del Comune di Marsciano. Siamo alla terza di ritorno del campionato di seconda categoria e le squadre si scontrano da posizioni opposte in classifica. La compagine di Spina è in piena rincorsa della capolista Settevalli Pila; Castello delle Forme che invece tenta di farsi largo nelle zone basse. Pronostico facile alla vigilia che viene rispettato in campo dove l’assoluto protagonista è stato il vento che non ha certo permesso di regalare al pubblico una bella gara. Nel tabellino si segnala il vantaggio ospite con Pigicchia Bigicchia, riacciuffato dal Castello delle Forme, ma è ancora Spina con il raddoppio di Piergiovanni, a suggellare il 2-1. Minuti finali concitati con i padroni di casa mai domi a cui viene convalidato e poi definitivamente annullato dal signor Elia Bastioli il gol del possibile pareggio finale.

Si sale di categoria: Prima, girone D. Il Papiano Sant’Orsola è impegnato nella trasferta con l’Ortana Calcio 1919: 3 a 2 il finale per i laziali padroni di casa che allungano in classifica proprio sugli avversari di giornata. Occasione sicuramente persa per la compagine rossoblu a cui non bastano i sigilli di Cicioni e Bordacchini. Prossimo impegno casalingo con lo Sporting Terni. Stesso girone per la squadra biancorossa del Via Larga Marsciano, impegnata a tastare le proprie ambizioni di stagione: quarto risultato utile, in quattro impianti differenti ogni volta da trasformare nel fortino casalingo. Menzione speciale per i ragazzi e la società di Via Lenin che in attesa del proprio campo fanno valere comunque la “legge delle mura amiche” e vincono per 2-0 contro il Lugnano in Teverina. Monologo biancorosso, per tornare alla cronaca della partita, con Calistroni che al quarto d’ora porta in vantaggio i suoi su rigore e con Pierassa che nella ripresa mette il sigillo definitivo sulla vittoria. Zona play off a portata di mano e nel prossimo impegno appuntamento con la Real Avigliano, ancora in casa. Sì, ma quale? Umore opposto invece in casa Asd Ammeto: ancora girone D di Prima categoria ma periodo davvero da dimenticare presto ed invertire la rotta per i gialloblu. Anche fra le mura amiche, dopo la sconfitta in trasferta nel derby con il Papiano Sant’Orsola della scorsa giornata, i ragazzi di mister Brustenga, cedono per 1-3 all’Asd Guardea: bisogno di ritrovare la giusta concentrazione e ripartire per non doversi ritrovare in posizioni “scomode”. Fanno tutto gli ospiti, anche l’autogol della sconfitta per 1-3.

Bello il gesto dell’Asd Giovani Schiavo che devolve l’intero importo alla parrocchia di Casalina per le spese annuali nella giornata che li vede di fronte al Cascia. In campo il risultato non premia i ragazzi di Papatolo che perdono per 2 a 1 con il solo sigillo di Vergoni che però non basta. Ci penseranno dal palco del Concordia, dove la compagine dei Giovani Schiavo Casalina ritirerà il premio Nestore Intercomunale, a caricare gli arancio-neri che nella prossima giornata dovranno vedersela con Calcio Palazzo, attuale terza forza del torneo. Staremo a vedere se il Premio Nestore porterà anche fortuna…

Promozione girone B: San Venanzo coriaceo in quel di Montecastello. Si potrebbe definire anche questa gara un “quasi derby” per i confini che i due Comuni condividono. La storia sportiva recente però non racconta di sfide consolidate nel tempo, anche per le differenti storie delle due compagini che solo da poche stagioni condividono la stessa categoria. Nella giornata c’è comunque in palio tanto, per entrambe le formazioni scese in campo al comunale (gelante) di Montecastello. Genovasi, neo tecnico dei locali, è stato chiamato per riscattare una brutta classifica che vede la squadra in ultima posizione. Anche per l’undici di Turchi novanta minuti che contano: obiettivo rimanere in gioco per la corsa al titolo: Clitunno e Massa Martana timbrano il cartellino dei tre punti ed i sanvenanzesi non vogliono perdere il treno. Il guizzo arriva dal bomber ospite Cacciamano che si avventa sulla respinta corta in area del portiere avversario intervenuto a sventare l’intenzione di Liurni. Tre punti con qualche fatica di troppo conquistati considerando che il Montecastello gioca il secondo tempo in dieci. Viene infatti espulso al 40′ pt Lesandrelli con una decisione di  Pannacci di Perugia, sembrata anche in tribuna avventata, con un doppio giallo eccessivamente zelante.

Chiusura del fine settimana sportivo con la Nestor che aggancia proprio l’Orvietana in classifica vincendo per 2-1 al “Muzi” di Orvieto. Sono i sigilli di Donati e Sisani che portano i marscianesi proprio a pari punti con i biancorossi ternani e che si piazzano appena fuori la zona play off. Prossimo impegno al “Checcarini” di Marsciano contro l’Assisi Subasio. Anche la società biancazzurra protagonista nella serata del Premio Nestore per la bellissima stagione, quella passata, che ha permesso la promozione ed il conseguente ritorno in Eccellenza. Due, in realtà, i premi che la Nestor ha consegnato nella bacheca dell’ultracentenaria società lo scorso anno: guidata dal tecnico Montecucco ha infatti vinto anche la Coppa Italia. Un’accoppiata che è costata, letteralmente, i baffi al presidente Danilo Rosati!

Foto – Matteo Berlenga