Un bando per la coprogettazione di interventi sociali nella Zona sociale 4

Un bando per la coprogettazione di interventi sociali nella Zona sociale 4

La Zona sociale n. 4, che raccoglie gli 8 Comuni della Media Valle del Tevere con Marsciano capofila, ha recentemente pubblicato un bando per l’individuazione di soggetti del terzo settore disponibili alla coprogettazione e gestione in partnership di interventi innovativi e attività inerenti i servizi socio sanitari e sociali nei Comuni della Zona.

Per soggetti del terzo settore si intendono gli organismi con varia configurazione giuridica attivi nella progettazione e nella realizzazione concertata degli interventi, quali, ad esempio, associazioni e enti di promozione sociale, cooperative sociali, fondazioni, enti di patronato ecc. Per partecipare al bando tali soggetti dovranno essere in possesso di appositi requisiti che riguardano la sfera giuridica, l’idoneità professionale e tecnica, la capacità economico-finanziaria.

Il soggetto partecipante dovrà presentare una proposta progettuale, indicante le modalità operative e gestionali degli interventi, che trovi reale fattibilità nei Comuni della Zona, garantendo un impianto unitario per la gestione dei servizi proposti.

Con questo bando, per la prima volta, viene fatta una gara unica per tutti i Comuni della Zona, proseguendo quindi nel percorso già intrapreso di omogeneizzazione dei servizi e delle modalità di accesso agli stessi. Uno degli aspetti più innovativi del bando riguarda la formula della coprogettazione, finalizzata a promuovere un’esperienza di welfare aperto alla partecipazione di tutti i soggetti presenti nella comunità locale, in particolare del terzo settore, per rendere maggiormente efficaci ed appropriati i progetti, gli interventi e i servizi socio-sanitari e sociali. Attraverso la coprogettazione, quindi, Comuni e terzo settore sono ugualmente impegnati a promuovere risposte sempre più efficaci alle reali domande sociali, mettendo a disposizione risorse e sostenendo la formazione di reti per lo sviluppo qualitativo degli interventi. La procedura della coprogettazione si articola in tre fasi. Innanzitutto, verificata l’ammissibilità dei soggetti partecipanti, i progetti presentati saranno oggetto di una prima valutazione sulla base della quale sarà stilata una graduatoria. I progetti così selezionati saranno ammessi ad una seconda fase nella quale si svolgerà una discussione critica sul progetto tra il Comune capofila della Zona e il soggetto proponente al fine giungere ad un progetto definitivo che valorizzi le proposte ritenute più rispondenti agli elementi essenziali del bando. A questo punto si procederà, nella terza e ultima fase, alla stipula di una convenzione per la realizzazione e gestione dei servizi.

Le risorse pubbliche che nel bando sono messe a disposizione per la gestione degli interventi ammontano a circa 2.750.000 euro e provengono dal Piano regionale integrato per la non autosufficienza (Prina), dal Piano sociale regionale e da risorse proprie della Zona sociale e dei Comuni. A tali fondi andranno poi aggiunte le risorse finanziarie messe a disposizione, di volta in volta, dal soggetto coprogettante.

Per partecipare alla procedura di selezione i soggetti del terzo settore interessati dovranno far pervenire la propria proposta-offerta di coprogettazione, corredata da tutta la documentazione così come richiesta nel bando, in un plico chiuso e idoneamente sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura, all’ufficio Protocollo del Comune di Marsciano – Largo Garibaldi n. 1 – 06055 Marsciano (PG), entro le ore 13.00 di mercoledì 28 settembre 2016.

Per ogni informazione i soggetti interessati possono rivolgersi all’ufficio servizi sociali del Comune di Marsciano contattando i seguenti recapiti: 0758747238 – v.battistoni@comune.marsciano.pg.it. Il bando, insieme agli allegati e ai moduli per la presentazione della domanda, è consultabile sul sito web del Comune di Marsciano, www.comune.marsciano.pg.it come pure sui siti istituzionali degli altri Comuni facenti parte della Zona sociale.