Un marscianese alla guida di Confesercenti Umbria

Un marscianese alla guida di Confesercenti Umbria

La Giunta di Confesercenti nazionale dà l’ok alla riorganizzazione dell’associazione umbra di categoria.

E’ Giuliano Granocchia il nuovo presidente della Confesercenti Regionale Umbria. Marscianese, classe ’62, da sempre impegnato nell’ambito del lavoro e della formazione e con una passione innata per la storia e per la politica: tra i ruoli più importanti quello di assessore Provinciale a Lavoro, Scuola e Formazione Professionale, poi confermato (primo caso nella storia provinciale), durante il quale giocò un ruolo determinante per la difesa dei diritti di molti lavoratori e per la nascita del nuovo corso di Meccatronica presso l’Istituto Salvatorelli di Marsciano.

“In un momento di difficoltà economica e di particolare disagio per il piccolo commercio la nascita della nuova Confesercenti Regionale Umbria è un segnale importante per il settore del commercio che sono lieto di poter rappresentare”. A dichiararlo è proprio Granocchia, felice per la riorganizzazione dell’associazione imprenditoriale regionale dopo il lavoro paziente di un gruppo di commercianti e imprenditori dei servizi operanti in Umbria. Ad affiancarlo sarà Daniele Stellati che ricoprirà il ruolo di segretario.

“Ringrazio a nome degli iscritti e dei partecipanti all’assemblea costitutiva, la presidente nazionale di Confesercenti, Patrizia De Luise, e la giunta nazionale per la fiducia accordataci, che ci permette così di entrare a pieno titolo nel sistema Confesercenti nazionale. Il piccolo commercio – aggiunge – è sempre più stretto nella morsa della grande distribuzione e delle nuove forme di vendita dei grandi gruppi internazionale dell’e-commerce che operano spesso, questi ultimi, al di là delle regole nazionali in tema di diritti dei lavoratori, di tassazione locale e nazionale. Un dato su tutti: nel 2016 in Italia sono scomparsi circa 25.000 negozi, ad una media di 27 negozi al giorno. Nel prendere atto di questo il ruolo di una importante Associazione quale è Confesercenti è quello di sapersi misurare con questa sfida, convinti che un insieme attento di politiche nazionali e locali possano garantire un futuro a chi crede nell’importanza di una presenza nelle città dei tradizionali negozi. La nuova Confesercenti regionale sarà un patrimonio di tutti i suoi associati, più di mille in tutta la regione, aprendosi a quanti vorranno dare il proprio contributo nell’ottica della rete associativa e della partecipazione attiva alla vita interna”.