Un weekend di grandi live alla Cantinetta

Un weekend di grandi live alla Cantinetta

A Rotecastello, ormai patria delle grandi esibizioni live, il mese si chiude con due superospiti.

La musica incontra la poesia, il racconto e le parole. Venerdì 28 febbraio ancora una serata speciale a La Cantinetta della Locanda del Borgo: ospite Cristina Donà. Considerata una delle voci più originali della scena musicale italiana, la serata è ormai una formula consolidata nel piccolo live club di Rotecastello, alle porte di San Venanzo: la cantante di Rho si esibirà in acustico regalando alcuni fra i suoi brani più conosciuti, per poi raccontarsi in un’intervista a cura di Emiliano Pinacoli (Dj e voce dei The Mighties).Cristina ha contribuito a definire una nuova stagione del rock di matrice mediterranea, riuscendo a conquistarsi il plauso di grandi figure quali Robert Wyatt, David Byrne e Peter Walsh (già produttore di Scott Walker, di Peter Gabriel e dei Simple Minds ). Prima artista italiana a esibirsi al Meltdown Festival di Londra, Cristina Donà è sicuramente una delle poche artiste italiane capaci di “rivaleggiare” con le grandi colleghe che all’estero, proprio come lei, hanno reinventato il modello di interprete e autrice nell’ambito della musica rock. Sempre in grado di rinnovarsi, Cristina Donà è divenuta prima punto di riferimento, poi figura ispiratrice per le nuove generazioni di musicisti italiani.

Un’altra serata speciale per la Cantinetta della Locanda del Borgo che ormai da qualche stagione regala ai tanti che arrivano da tutta l’Umbria occasioni uniche di sentire, toccare e confrontarsi con i tanti protagonisti della scena musicale italiana. Federico Fiumani (Diaframma), che ha presentato da poco il suo volume di poesie “Neogrigio”, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Marco Cocci (Malfunk), Massimo Zamboni (CCCP) e Mara Redigheri (Ustmamo’) sono solo alcuni dei nomi che si sono alternati sul palco de La Cantinetta. L’ingresso ai concerti è con consumazione obbligatoria e volendo si può prenotare la cena. Seguirà Dj set dopo l’esibizione live.


Il fine settimana non finisce qui perché, dopo Cristina Donà, saranno Le Radici Nel Cemento, storico gruppo reggae-ska, ad esibirsi sabato 29 febbraio. Formazione in versione acustica, le “Radici Nel Cemento” sono una metafora della tradizione e della memoria storica in una società che dimentica troppo in fretta il suo passato: come dei grandi alberi ai lati delle strade, che sembrano soffocati dall’asfalto, ma riescono a sviluppare le radici da cui traggono nutrimento, fino al punto di incrinare, crepare e spaccare il cemento. Nel live di Rotecastello presenteranno “Fuego y Corazón”, l’ultimo album della formazione reggae-dub-rocksteady romana. Lavoro frutto di un lungo processo di songwiriting e produzione durato tre anni. Contaminazione latine, dub e rocksteady, i nuovi Radici Nel Cemento parlano di temi sociali e politica, senza disdegnare la celebrazione del relax tipica del loro sound e della tradizione reggae. Ingresso gratuito a partire dalle ore 22,00. Tutte le informazioni www.locandaborgo.com