Venerdì e Sabato faccia a faccia con i richiedenti asilo marscianesi

Venerdì e Sabato faccia a faccia con i richiedenti asilo marscianesi

In occasione della settimana nazionale contro il razzismo il Comune di Marsciano, in collaborazione con Arcisolidarietà “Ora d’aria” e l’associazione di promozione sociale Flair, organizza due appuntamenti, aperti alla cittadinanza, per presentare e far conoscere i 15 profughi richiedenti asilo attualmente presenti a Marsciano e ospitati tra il centro storico e i quartieri di Via larga e Ponte Nestore.

Il primo appuntamento si svolgerà venerdì 18 marzo alle ore 17.30 presso la sala Aldo Capitini del Municipio. Questa sarà l’occasione, per quanti vorranno partecipare, di fare la conoscenza di questi ragazzi e di ascoltare direttamente dai loro racconti le ragioni per le quali sono partiti dal loro Paese affrontando un viaggio lungo e pericoloso per cercare asilo in Europa. Nel corso del pomeriggio sarà anche illustrato, a cura di Barbara Pilati e Valentina Rossetti di Arcisolidarietà, il progetto di accoglienza di questi profughi nonché le attività formative, i tirocini e i lavori socialmente utili in cui sono coinvolti durante il periodo di permanenza a Marsciano. L’incontro sarà aperto dai saluti istituzionali del Vicesindaco Silvia Luchetti. A conclusione sarà inoltre offerto un buffet afro-italiano.

“Quello che auspichiamo – spiega il Vicesindaco – è una partecipazione numerosa di cittadini che permetta di fare di questo appuntamento una vera occasione di confronto e conoscenza reciproca tra questi ragazzi e la comunità che li sta ospitando. Marsciano può vantare esperienze positive di integrazione con tante comunità straniere e da anni si sta confrontando in modo civile con il tema dell’accoglienza dei profughi. È importante quindi entrare in contatto con queste realtà e garantire capacità di ascolto e rispetto. Da parte sua il Comune, insieme ad Arcisolidarietà, sta lavorando affinché l’integrazione di questi giovani, indipendentemente dal tempo di permanenza a Marsciano, sia la più piena possibile e possa contare sulla partecipazione attiva della comunità e su ulteriori momenti per approfondire la conoscenza interetnica”.

Il secondo degli appuntamenti in programma consiste invece in un pomeriggio dedicato al gioco del calcio, sabato 19 marzo a partire dalle ore 14.30 presso il parco verde di Schiavo, dove giocheranno insieme alcune squadre formate da atleti marscianesi e da alcuni dei giovani richiedenti asilo.