Vinacce: anche Socialisti e Proposta Marsciano preoccupati

Vinacce: anche Socialisti e Proposta Marsciano preoccupati

Dopo le opposizioni, dopo l’annuncio del ricorso al Tar da parte dell’amministrazione, ora è la volta dei partiti di maggioranza che si mettono di traverso sulle vinacce, dopo il si della Conferenza dei Servizi che ha riportato questa vicenda alla ribalta di nuovo nello scenario politico marscianese.

Sia Proposta Marsciano che i Socialisti, con 2 note stampa, si dicono fortemente contrari all’arrivo delle vinacce nel territorio;

“Assoluta contrarietà all’ipotesi di collocare in località Cerro un sito di stoccaggio per i prodotti

di scarto come vinacce e derivati”, viene manifestata dai socialisti, secondo i quali “il parere positivo rilasciato dalla Conferenza non tiene di certo conto di tutti i problemi che già gli abitanti di Ponte Valleceppi (dove un impianto simile esiste da 20 anni) vivono quotidianamente”; dinamiche che presto potremo vedere anche a Marsciano, secondo i Socialisti, che sono preoccupati “sia della tipologia dello stoccaggio che dell’elevatissimo

numero di autocarri che transiterebbero nella zona. Proprio per questo ci

schiereremo a fianco dei cittadini, superando ogni strumentalizzazione di parte”.

Proprio per questo i socialisti auspicano che si possa creare un fronte comune con le opposizioni per lottare contro l’ipotesi dell’arrivo delle vinacce.

Proposta Marsciano anche interviene sulla vicenda, riaffermando la netta contrarietà allo stoccaggio delle vinacce al Cerro: “Lo abbiamo messo anche nel programma della coalizione alla voce pianificazione urbanistica del territorio – si legge in una nota – dove si indica con chiarezza la volontà di voler “ recuperare la vocazione “artigianale” delle Zone Industriali delle frazioni favorendo l’insediamento di attività ad alto contenuto tecnologico” che siano anche compatibili con l’ambiente”
“La linea programmatica sopra riportata – prosegue la nota di PM – era coerente con le delibere consiliari precedentemente prodotte che hanno portato a modificare alcuni punti del PRG-Parte Operativa riguardanti le zone artigianali delle frazioni, compresa quella di Papiano, PRG-PO che sarà definitivamente approvato al prossimo consiglio Comunale”.

“Proposta Marsciano pertanto ribadisce la sua netta e ferma contrarietà a che si insedi questo tipo di attività in quell’area, assicura i concittadini che non farà mancare il suo sostegno a tutte quelle iniziative legittime volte ad ostacolare questo progetto e sollecita e sostiene l’amministrazione a ricorrere in tutte le sedi istituzionali possibili contro la decisione della conferenza”.