Visite virtuali al museo vulcanologico

Visite virtuali al museo vulcanologico

In attesa di riaprire fisicamente le porte del Museo sanvenanzese, le visite scolastiche vengono portate avanti in modalità virtuale. Ecco come funzionano

E’ stata la scuola Primaria di Montegabbione ad inaugurare le visite on line del Museo Vulcanologico di San Venanzo proprio nella giornata internazionale dei Musei. In attesa della riapertura al pubblico, l’associazione GMP Gaia che gestisce il sito, ha così voluto riprendere le visite con le scuole, che in primavera solitamente affollano San Venanzo.

Tramite la piattaforma usata per la didattica a distanza, il dottor Federico Famiani, geologo e presidente dell’associazione gestore, ha così potuto guidare i bambini della classe IV all’interno del museo. Una visita virtuale che ha permesso agli alunni di conoscere la sezione vulcanologica con tanto di esperimento sull’eruzione vulcanica.

“E’ un’esperienza nuova che va potenziata e sicuramente migliorata – racconta soddisfatto il geologo Famiani – è però un nuovo canale per poter promuovere e far visitare il museo”. L’inaugurazione si è rivelata positiva, è risultata una visita particolare, ma soddisfacente per i protagonisti che hanno fatto da precursori per questa nuova modalità.

Giornata Internazionale dei Musei 2020

Giornata internazionale dei Musei #IMD2020Il #museovulcanologico di San Venanzo ha avuto le prime scuole in visita virtuale tramite G-Suite. Ringraziamo insegnanti ed alunni della scuola primaria di Montegabbione.Nei prossimi giorni anche altri istituti del territorio ci verrano a trovare via internet!#venanzite #artedituttiartepertutti #vulcanologia #geologia

Gepostet von ParcoMuseo Vulcanologico San Venanzo am Montag, 18. Mai 2020

Il video realizzato dal responsabile delle guide virtuali e pubblicato sulla pagina fb del Museo Vulcanologico di San Venanzo

Grazie all’interessamento dell’insegnante sanvenanzese Elisa Pambianco, gli alunni dell’istituto di Montegabbione hanno così potuto approfondire lo studio dei vulcani con un’esperienza diretta. In attesa, ovviamente, di poter tornare a toccare la “Venanzite”, la roccia vulcanica unica al mondo per composizione mineraria generata dall’eruzione di uno dei tre Vulcani di San Venanzo.

Bilancio positivo quindi anche per i gestori del Museo che grazie a questa modalità possono arrivare ad un pubblico ancora più ampio: “ Le potenzialità sono notevoli – sottolinea il dottor Federico Famiani – una visita on-line permette di far conoscere la struttura anche dove prima non si poteva arrivare e che, ad esempio, abbatte totalmente i costi del viaggio”.

Dopo il decreto che ha fissato la riapertura dei Musei anche l’associazione GMP Gaia ed il Comune di San Venanzo si stanno organizzando per poter permettere la ripresa delle attività sia del Museo, che del Parco Vulcanologico. Sanificazione, DPI, ma anche nuove idee meno invasive per la visita guidata all’interno dei siti: una su tutte la dotazione di tablet con una speciale applicazione per accompagnare il visitatore anche senza l’operatore fisico all’interno del Museo. Insomma la fantasia e la professionalità non mancano per sfruttare al meglio questa voglia di tornare ad aprire il Parco ed il Museo Vulcanologico da parte dell’associazione, che ormai da qualche anno gestisce i due siti. Un’associazione giovane e ricca di figure esperte, che sta lavorando per tornare a presentare i tre vulcani e tutte le peculiarità di San Venanzo. Per le scuole che volessero prenotare una visita a distanza: 3397743826 oppure la pagina facebook ParcoMuseo Vulcanologico San Venanzo.